Daniele Capuozzo

NEWS  VINCITORE DEL PREMIO NUX - FIERA INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI MILANO

HOME

Un Ragazzo che non c'è

Presentazione Napoli

Presentazione Casoria

Ritratto di una sconosciuta

Poesie

Fotografie

Dolce al soffio

Convegno con bambini della "Carducci"

Articoli

Recensione Alessandro D'angelo

Recensione  Alessia Mocci

Premio internazionale Nux Giovani talenti

 

 

Link Amici

 

 

 

Presentazione
29° Distretto Scolastico

 

 

 

 

 

Copertina

Retro

 

 

 

 

Per presentarvi questo libro, edito da Rupe Mutevole Edizioni, comincio dal titolo: “Un Ragazzo che non c’è”, in molti mi hanno chiesto la ragione di questo titolo, ebbene il ragazzo che non c’è è il narratore delle poesie stesse, in quanto questa raccolta vuole evidenziare delle vedute del mondo guardate dall’esterno. La raccolta è divisa in cinque categorie: Humanae Litterae, la quale si apre con un cenno al classicismo greco-romano chiedendo alla musa di proteggere lo scritto, e poi continua con una serie di poesie legate alla famiglia con alcune in particolare dedicate. La seconda categoria è: “Città e Umanità” nella quale il ragazzo che non c’è racconta la città, ne fa una descrizione negli aspetti più vari che vanno dalla frenesia cittadina al razzismo. La raccolta prosegue con la categoria: “Me”, nella quale il ragazzo esterno osserva la psicologia, i modi di comportarsi, le paure e le gioie delle persone. In seguito si trova la sezione “L’Amore” nella quale il ragazzo che non c’è è un po’ messo da parte dalle mie esperienze personali, inevitabilmente queste poesie non possono essere neutrali, ma l’amore si dice che muove il mondo! Per ultima, c’è la categoria denominata: “Poesie varie” nella quale sono raccolte varie poesie di svariate tematiche, questa sezione è la sezione delle emozioni, infatti tutte le poesie di questa parte della raccolta sono state scritte in orari insoliti perché ispirate alla pura emozione del momento.